Per chi non conosce bene il Vangelo, le parole "attenti ai falsi profeti" possono sembrare fuori dal tempo e lontane dalla realtà... ma è proprio per questo che Gesù sottolineò questo pericolo e il modo per evitarlo, prima di ascendere al cielo. Nel corso dei secoli i falsi profeti non sono mancati, e non ne mancano nemmeno ai tempi nostri. Ma nessuno di loro ha retto all'analisi fatta con i criteri indicatici nei vangeli e negli Atti degli Apostoli. Sono scomparsi nel nulla dal quale provenivano, e lo stesso accadrà a quelli contemporanei... e potremmo anche ignorarli, se non fosse per una cosa che ci deve invece far stare sempre in guardia: Non sappiamo quando tornerà Gesù, ma sappiamo che prima del Suo ritorno verrà l'anticristo e la sua opera non potrà essere ignorata. Per questo motivo dobbiamo essere sempre in guardia: il ritorno di Gesù può avvenire in qualsiasi momento, per cui in qualsiasi momento il nemico potrebbe essere all'opera. Prima di rileggere le parole del Vangelo, è opportuno fare una precisazione, visto che molti sono confusi su questo punto: Gesù non tornerà alla fine del mondo quando non ci sarà più nessuno in vita, ma tornerà in un giorno (o una notte) come tante, e sarà il Suo ritorno a porre fine a QUESTO mondo, eliminando il male e la morte. Detto questo, ci si può ancora chiedere: ma se ci fosse inviato un vero profeta, come lo potremmo riconoscere? Stando sempre alle parole di Gesù, e all'esempio fornito dai veri, grandi profeti della Bibbia, e particolarmente da S.Giovanni Battista, possiamo avere questi riferimenti di base:

  • il vero profeta riporta la parola di Dio come l'ha ricevuta, senza interpretarla;

  • non si mette in mostra, il suo scopo è solo diffondere il messaggio;

  • non guadagna nulla per farlo, e rifiuta eventuali offerte;

  • quel che afferma è conforme alla Sacra Scrittura;

  • i frutti della sua opera devono essere una autentica conversione dei cuori e il ritorno alla fede per chi l'avesse smarrita.

Brani tratti dai Vangeli ai quali fare riferimento:

Mt. 24,3ss Quando giunse sul monte degli Ulivi, si sedette; allora gli si avvicinarono i suoi discepoli e, in disparte gli dissero: "Dicci: quando avverranno queste cose e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo?" Gesù rispose loro:"Badate che nessuno vi inganni! Poiché molti verranno nel mio nome dicendo: "Io sono il Cristo", e molta gente sarà tratta in inganno. - - - Quando questo Vangelo del Regno sarà predicato in tutta la terra abitata, quale testimonianza a tutte le genti, allora verrà la fine".

Mt. 24,15ss "Quando dunque vedrete stare in luogo Santo l'abominio della desolazione, di cui parla il profeta Daniele, chi legge intenda!, Allora quelli che stanno in Giudea fuggano sui monti, chi è sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, chi si trova in campagna non torni indietro a prendersi un mantello. Guai alle gestanti e a quelle che allattano in quei giorni. Pregate che la vostra fuga non avvenga d'inverno, né di sabato. Infatti, vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai c'è stata dall'origine del mondo fino ad ora, né mai vi sarà. Se non fossero stati abbreviati quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Tuttavia, a causa degli eletti, saranno abbreviati quei giorni".

Mt. 24,23ss Allora se uno vi dirà: "Ecco, il Cristo è qui!", oppure: "E' là", non ci credete. Sorgeranno infatti falsi messia e falsi profeti, che faranno grandi miracoli e prodigi, tanto da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l'ho predetto. Se vi diranno: "Ecco, è nel deserto!" non ci andate;oppure: "Ecco, è nell'interno della casa!", non ci credete; poiché come la folgore esce dall'oriente e brilla in occidente,così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. - - - Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze celesti saranno sconvolte. Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo, e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nubi del cielo con grande potenza e splendore. Egli manderà i suoi angeli, i quali, con lo squillo della grande tromba raduneranno i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all'altro dei cieli.

Mt. 24,37ss "Come fu ai giorni di Noè, così sarà alla venuta del Figlio dell'uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio la gente mangiava, beveva, si sposava e si maritava, fino al giorno in cui Noè entrò nell'arca, e non vollero credere finché si abbatté il diluvio e spazzò via tutti, proprio così sarà la venuta del figlio dell'uomo. Allora, se vi saranno due in campagna, uno sarà preso, l'altro lasciato; se due donne saranno a macinare con la mola, una sarà presa e l'altra lasciata".

Mc. 13,33ss "State attenti, vegliate! Poiché non sapete quando sarà il tempo. Sarà come di un uomo che, partendo per un viaggio, ha lasciato la sua casa dando ogni potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e al portinaio ha comandato di vigilare. Vegliate, dunque, giacché non sapete quando il padrone della casa giungerà, se la sera o a mezzanotte, se al canto del gallo o al mattino. Che egli, giungendo all'improvviso, non vi trovi addormentati. Ciò che dico a voi, lo dico a tutti: Vegliate!".

Atti 1,9ss Dette queste cose, mentre essi lo stavano guardando, fu levato in alto e una nube lo sottrasse ai loro occhi. Stavano con lo sguardo fisso al cielo, mentre egli se ne andava: ed ecco che due uomini in bianche vesti si presentarono loro dicendo: "Uomini di Galilea, perché ve ne state guardando verso il cielo? Questo Gesù che è stato assunto di mezzo a voi verso il cielo, tornerà così, nel modo come lo avete visto andarsene in cielo".

Stampiamo queste parole nella nostra mente e nei nostri cuori, e stiamo attenti! Ci sarà chi cercherà di farci credere che è bene ciò che è male, e giusto ciò che è sbagliato: verificate ogni parola, mettendola a confronto con la Parola di Gesù.  V E G L I A T E ! ! !