Dal Vangelo secondo Matteo:

Gesù si diresse verso le parti di Tiro e Sidone. Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quelle regioni, si mise a gridare: "Pietà di me, Signore, figlio di Davide. Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio".  Ma egli non le rivolse neppure una parola.

Allora i discepoli gli si accostarono implorando: "Esaudiscila, vedi come ci grida dietro". Ma egli rispose: "Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele". Ma quella venne e si prostrò dinanzi a lui dicendo: "Signore, aiutami!". Ed egli rispose: "Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini". "È vero, Signore, disse la donna, ma anche i cagnolini si cibano delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni". Allora Gesù le replicò: "Donna, davvero grande è la tua fede! Ti sia fatto come desideri". E da quell'istante sua figlia fu guarita.

Una pagina che può lasciare perplessi. Come mai Gesù, sempre pronto ad aiutare chi si rivolge a Lui, in questa occasione tratta così male questa povera donna? Quelli che avevano unito il proprio cuore al Suo sanno che esaudirà quella supplica, e lo sollecitano:"Esaudiscila, vedi come ci grida dietro". Non capiscono perché sembri ignorare quella donna... ma in realtà Gesù, con la sua apparente freddezza, sta attirando l'attenzione di tutti proprio su di lei, e sta preparando una nuova lezione per gli apostoli e i discepoli... Quando dice: "Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele", qualcuno tra loro sorride contento di appartenere a un popolo privilegiato... Quando Gesù aggiunge: "Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini" quelli si sentono ancora più importanti... Sono gli unici destinatari del Pane del Padre! Superbia e presunzione sono difficili da sradicare, quando mettono radici nel cuore dell'uomo... Stanno ancora gongolando quando Gesù li ridimensiona all'istante:"Donna, davvero grande è la tua fede!" Solo allora capiscono che il vero privilegio è credere, il vero Dono è la Fede: un Dono grande che è stato preparato per tutti, ma che viene concesso solo a chi ha l'umiltà di chiederlo. La donna di Cana, povera figlia di pagani ma ricca di fede, è la primizia di quei popoli ai quali verrà annunciata la Buona Novella del Regno di Dio. Dopo di lei arriverà un soldato romano, un Centurione, che manifesterà una fede altrettanto grande...